associazione per la cultura e le tecnologie dell'ambiente e della sicurezza
» Home » Cultura
La sicurezza di una visita
Capire quali sono le peculiarità della gestione della sicurezza in un museo
Uno spazio espositivo gestito da Sistema Museo
Uno spazio espositivo gestito da Sistema Museo
Nei nostri approfondimenti delle problematiche inerenti la sicurezza, vogliamo spaziare alla ricerca delle difficoltà e delle particolarità del lavoro in alcuni settori specifici, specialmente quelli che normalmente si tende a sottovalutare o a considerare a basso rischio.
Per questo vogliamo continuare a sviluppare questa sezione dedicata ai beni culturali, proprio perché la cultura e i suoi spazi vengono genericamente considerati sufficientemente poco rischiosi, senza rendersi in realtà conto delle difficoltà esistenti. Qualche accenno l'abbiamo già fatto in relazione ai teatri storici e alla difficile convivenza tra leggi, sicurezza e salvaguardia del bene culturale.
Intraprendiamo ora una visita virtuale lungo i corridoi di musei, palazzi e chiese destinati alle esposizioni per cercare di capire cosa voglia dire garantire la sicurezza in questi casi.
E i problemi emergono subito e sono di non facile soluzione, soluzione che si può cercare solo nella professionalità e nell'esperienza.
Tanto per cominciare le diverse facce che presenta gestire la sicurezza in un luogo dove, contemporaneamente, sono presenti operatori museali, visitatori ed opere d'arte, ognuno con le sue esigenze specifiche.
Se infatti le opere e la loro conservazione impongono un microclima particolare all'interno della struttura, non è affatto detto che questo stesso microclima sia adatto a chi in quel museo lavora.
Se una sala è perfettamente in grado, in termini puramente tecnici di sicurezza, di accogliere anche una cinquantina di persone, non è affatto detto che l'alterazione climatica portata da tutte quelle persone non alteri le possibilità di corretta conservazione delle opere.
E ancora: gli operatori necessitano di una serie di apparecchiature che impongono l'uso della corrente elettrica e che pertanto devono essere istallate correttamente, così come gli strumenti necessari ad affrontare l'emergenza, anche se la loro presenza si scontra pesantemente con l'estetica complessiva dell'ambiente.
Bisogna poi considerare, come ulteriore problema, la diversità del pubblico che un operatore può trovarsi a dover gestire non soltanto in termini numerici, problema già di non lieve entità, ma anche in termini di aspettative.
Il singolo visitatore adulto, il gruppo di visitatori, l'anziano, il disabile o la classe scolastica di bambini non hanno infatti né le stesse esigenze né le stesse aspettative.
Inoltre, ad accrescere la complessità del problema, perlopiù i musei trovano la loro sede in palazzi e strutture antiche, protette giustamente da vincoli della Soprintendenza, all'interno delle quali non si può certo aprire agevolmente una porta o un corridoio.
Difficoltà grandi, dunque, che coinvolgono sia la proprietà (che nella maggior parte dei casi è pubblica), sia i progettisti, sia i gestori dei musei.
Per affrontare questo piccolo percorso di visita virtuale abbiamo scelto una guida esperta ovvero Elena Cucchini, responsabile per la sicurezza, e Aldo Canali, responsabile dei rapporti con il personale, entrambi della società cooperativa Sistema Museo che, nata nel 1990, si occupa di fornire servizi per musei e monumenti, uffici di informazione ed assistenza al turismo, teatri, biblioteche e laboratori didattici, oltre ad occuparsi della produzione e gestione di numerose esposizioni temporanee in otto regioni italiane.
Una lunga, diffusa ed articolata esperienza che li mette in grado di identificare, con ludicità, questi aspetti specifici del settore che desideriamo evidenziare.
La nostra breve visita si articola in tre articoli che affrontano nello specifico gli aspetti legati alla particolare natura dei musei, alle necessità specifiche di formazione per gli operatori ed alla necessità di ‘convivenza pacifica' tra leggi, norme ed estetica.
Buona visita!
Allegati
Altri contenuti
NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre mail?