associazione per la cultura e le tecnologie dell'ambiente e della sicurezza
Obiettivi e opportunità di ACTAS
E' aperta la campagna associativa 2010 con le stesse certezze e qualche novità

Logo associazione ACTAS
Come tutte le riviste che traggono la loro origine e le loro forze da una associazione, è normale che anche noi, all'inizio di un nuovo anno, vogliamo invitare i nostri lettori a raggiungerci nel percorso tracciato dalla nostra associazione.
Ovviamente ci auguriamo che i tanti articoli pubblicati nel corso dell'anno appena terminato abbiano già suscitato interesse ma ciò non toglie che sia importante cogliere l'occasione per sottolineare alcune caratteristiche dell'associazione.

Obiettivo di ACTAS (che, lo ricordiamo,è un ente senza fine di lucro) è infatti di promuovere la cultura e l'orientamento professionale nelle discipline e nelle tecnologie per l'ambiente e per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro, anche in collaborazione con istituzioni, enti pubblici o privati, società e associazioni.
Per tale obiettivo ACTAS intende soprattutto dare voce a coloro che operano in questi ambiti, sia all'interno delle aziende che come consulenti, evidenziando il loro ruolo di protagonisti del dibattito culturale e tecnico, divenuto ancora più importante dopo l'entrata in vigore del Testo Unico sulla Sicurezza nei Luoghi di Lavoro.

Il confronto e lo scambio tra soci, quindi, consente di mantenere attivo e vivo il fluire delle idee contribuendo allo sviluppo e alla crescita di una vera cultura della sicurezza.
Il lavoro di ACTAS, dunque, si svolgerà anche quest'anno su diversi fronti: approfondimenti e discussioni relativi a ricerche sull'evoluzione della cultura, delle tecnologie e delle normative per l'ambiente, la sicurezza e la salute, progettazione e realizzazione di percorsi formativi (collettivi o individuali) coerenti con le ricerche effettuate, promozione dei valori etici e di collaborazione nel contesto pubblico e in quello lavorativo (attraverso incontri culturali e formativi, laboratori di studio e ricerche), pubblicazioni a carattere tecnico e scientifico (studi, ricerche, atti di convegni etc.), sostegno ad esperienze di ricerca in Italia o all'estero relative ad approfondimenti di tematiche connesse agli scopi dell'associazione.

E ovviamente per sviluppare tali attività ACTAS mantiene vivi e vitali rapporti e collaborazioni con istituzioni, enti pubblici e privati, aziende, associazioni e tutti coloro che impegnano seriamente le proprie energie in questi settori, che siano soci oppure no.

Per diventare soci e partecipare così al percorso che ACTAS vuole seguire nell'anno 2010 è sufficiente compilare la scheda che trovate allegata a questo articolo, inserendovi (se lo si desidera) una breve presentazione personale di max 250 battute, e spedirla alla segreteria (di cui trovate l'indirizzo indicato nella scheda stessa) insieme alla ricevuta di versamento del contributo di iscrizione che per il 2010 è di 100 euro.

Diventare socio significa molte cose, oltre naturalmente a partecipare degli obiettivi e degli interessi dell'associazione.

Ogni socio infatti avrà diritto a:

  • partecipare ai comitati attivi al fine di sviluppare pubblicazioni tecnico-scientifiche, proposte metodologiche, soluzioni gestionali utili per il potenziamento delle professioni della sicurezza e dell'ambiente;

  • scrivere articoli che potranno essere pubblicati nell'ambito dell'attività redazionale di questa testata (che, lo ricordiamo, è registrata presso il Tribunale di Perugia e che pertanto gli articoli pubblicati in essa hanno lo stesso valore di quelli pubblicati in riviste cartacee)

  • chiedere la pubblicazione sul sito www.actas.it di una breve presentazione del proprio curriculum professionale

  • ottenere sconti su tutti i corsi di formazione e aggiornamento attivati in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Perugia per tutto il 2010, nelle città di Ancona, Bologna, Milano, Perugia, Pescara, Roma (potete trovare tutte le informazioni dettagliate sui corsi nello specifico sito www.corsi-sicurezza.it)

  • usufruire dei vantaggi derivanti dalle convenzioni stipulate dall'associazione.

Ci auguriamo quindi di poter contare sulla collaborazione di tanti nostri lettori sia attraverso la partecipazione alle nostre iniziative (e in particolare scriveteci le vostre esperienze come RSPP) sia come soci.

 

Allegati
Altri contenuti
NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre mail?