associazione per la cultura e le tecnologie dell'ambiente e della sicurezza
Una guida per gestire lo stress
L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), nel contesto della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri per la gestione dello stress”, ha prodotto e pubblicato una nuova guida online sulla gestione dello stress e dei rischi psicosociali

Immagine ufficiale OSHA guida
Lo stress è al momento attuale un fattore importante di preoccupazione nelle imprese europee, colpendone circa l’80%, ed è una delle cause principali di perdita di giorni lavorativi. Risulta inoltre particolarmente complesso da gestire all’interno delle piccole imprese.

Per questi motivi l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), nel contesto della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri per la gestione dello stress”, ha prodotto e pubblicato una nuova guida online sulla gestione dello stress e dei rischi psicosociali.

L’idea nasce dalla constatazione che nemmeno un terzo delle imprese europee è in realtà dotato di procedure adatte a contrastare lo stress lavoro-correlato e dalla volontà di fornire uno strumento che fosse al tempo stesso pratico ed efficace per permettere a datori di lavoro e lavoratori di informarsi e di comprendere meglio come gestire questi problemi.

Nonostante non si possa osservare o misurare lo stress alla stregua di molti altri problemi di salute, si tratta di un problema davvero grave. – ha affermato la dott.ssa Christa Sedlatschek, direttrice di EU-OSHA - Può colpire i lavoratori sia a livello emotivo che a livello fisico, ma anche le imprese e l’economia in generale possono subire ripercussioni negative a causa dello stress. Proprio come il trattamento degli altri problemi in ambito SSL, contrastare lo stress e i rischi psicosociali non solo è possibile, ma è anche proficuo: la pubblicazione della nostra guida online consegna uno strumento pratico nelle mani dei datori di lavoro e dei lavoratori. Essa include chiarimenti, consigli ed esempi volti a dimostrare che i suddetti problemi possono essere gestiti nella stessa maniera pratica e sistematica di qualsiasi altro problema in ambito SSL.”

E per renderla veramente efficace e accessibile alle piccole imprese, alle quali è principalmente rivolta, la guida verrà pubblicata in 34 diverse versioni nazionali adattate non soltanto alla lingua ma anche alla legislazione ed al contesto della nazione di riferimento per poter anche indirizzare gli utenti verso le principali  risorse nazionali .

Ogni versione nazionale comprende:

  • una semplice spiegazione dei rischi, delle loro cause e delle conseguenze sui lavoratori e sulle imprese;
  • consigli e istruzioni su come rilevare in anticipo i problemi e quali azioni intraprendere;
  • esempi pratici di prevenzione e gestione dei rischi, diretti in particolare alle piccole imprese;
  • informazioni utili sulle risorse nazionali.

 

L’obiettivo non è soltanto quello di fornire uno strumento di prima informazione ma di proporre una guida capace di fornire istruzioni e consigli in merito alle prime misure da intraprendere per contrastare l’insorgenza di stress e rischi psicosociali sul luogo di lavoro alle piccole imprese e di aiutarle a superare le opinioni errate, separando chiaramente la realtà dalla finzione.

Sul sito EU-OSHA è anche disponibile un video che permette di comprendere il funzionamento della guida ma soprattutto di reperire facilmente la versione adatta oltre alle indicazioni sui requisiti di sistema. La guida è infatti disponibile sia per l’uso online che per il download sul proprio computer.

Altri contenuti
NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre mail?