associazione per la cultura e le tecnologie dell'ambiente e della sicurezza
A+A 2015 a Düsseldorf
Le scadenze per poter partecipare al grande salone internazionale biennale sulla salute e sicurezza sul lavoro A+A sono prossime

Foto: Messe Duesseldorf
Foto: Messe Duesseldorf
Il termine ultimo per la presentazione di lavori e relazioni relativi a idee, nuovi approcci o prodotti innovativi nel campo della salute e la sicurezza sul lavoro per il congresso A+A 2015 di Düsseldorf si avvicina a grandi passi. La possibilità infatti di presentare le proprie ricerche in occasione del grande salone biennale tedesco che offre una grandissima visibilità in questo settore, e quindi anche al congresso ad esso correlato, esiste soltanto fino al 31 ottobre prossimo. Da lì in poi, la Basi – l’associazione federale tedesca per la salute e la sicurezza sul lavoro creata nel 1961 e che conta 80 associazioni membri dell’organizzazione – avrà un anno di tempo per selezionare i lavori e preparare la nuova edizione del congresso che si terrà dal 27 al 30 ottobre 2015. 

Le iscrizioni al salone, invece, saranno possibili fino al 3 novembre prossimo, data limite oltre la quale non sarebbe più possibile pianificare correttamente spazi e strutture.  Bisogna infatti tenere conto che l’ultima edizione del salone – che si è tenuta dal 5 all’8 novembre 2013 – ha attirato la cifra record di 63.500 visitatori provenienti da 70 paesi diversi posizionando il salone in cima agli eventi internazionali del settore. Secondo Birgit Horn, direttrice del Salone A+A presso la Fiera di Düsseldorf, il risultato è stato talmente soddisfacente che la maggioranza degli espositori del 2013 avrebbero espresso già in quel momento il desiderio di partecipare all’edizione 2015. Del resto tali dichiarazioni sembrano venir confermate dalle iscrizioni finora ricevute.

Del resto gli espositori hanno diverse possibilità di presentare il proprio lavoro non soltanto nelle specifiche aree tematiche – protezioni personali, sicurezza in azienda e salute sul lavoro – ma anche attraverso una serie di “parchi” tematici e di piattaforme espositive realizzati all’interno della fiera. Tra questi sono da mettere in evidenza: il Fashion Show – dedicato alla moda aziendale, il Safety & Security Innovation Park – per i prodotti e le soluzioni innovativi nel settore della SSL, la mostra speciale Workplace Design – le innovazioni in ambito di design per il posto di lavoro e gli uffici e la produzione ergonomica, la Corporate Healt Plaza – un’area speciale riservata alla medicina del lavoro, e il Occupational Health and Safety Meeting Point – una presentazione speciale preparata dal Basi e dai suoi partner nazionali ed internazionali.

Proprio in questi giorni, inoltre, è stato reso nato il paese ospite della prossima edizione: la Corea del Sud. “24 milioni di dipendenti, processi industriali estremamente sviluppati e il tentativo di ottenere la miglior competitività e produttività possibile in tutti i settori dell’economia – ha dichiarato Joachim Schäfer, Managing Director della Fiera di Düsseldorf – sono tutti segnali estremamente attraenti per i fornitori di prodotti per la protezione personale e di soluzioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro”. Secondo Birgit Horn, inoltre, “La Corea del Sud non persegue soltanto un ambiziosissimo programma sociopolitico cercando di implementare i luoghi di lavoro sicuri e produttivi all’interno dei suoi confini ma si vede anche come un pioniere nella prevenzione della salute e della sicurezza impegnandosi in numerosi progetti sostenuti dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) in altri paesi della regione quali, ad esempio, Myanmar”. Partner in precedenti edizioni sono stati la Russia, la Polonia e la Turchia.

Foto: Messe Duesseldorf
Foto: Messe Duesseldorf
Il salone dunque accoglierà una delegazione di uomini politici della Corea del Sud e presenterà un padiglione riservato agli espositori coreani. Oltre a ciò, però, proporrà anche un forum di dialogo sulla formazione del personale di sicurezza e sulle possibilità di miglioramento della comunicazione tra le autorità di vigilanza e le istituzioni  e le imprese commerciali nonché un evento informativo riservato ai fornitori di dispositivi di protezione personale individuale relativo alle normative ed alle certificazioni legate all’importazione dei prodotti.

Per quanto riguarda il congresso collegato al salone, come abbiamo detto la scadenza dell’invio dei materiali è prossima quindi il programma verrà realizzato a seguire. Quello che però è già noto sono le aree tematiche che avranno priorità nell’organizzazione del programma stesso: analisi e progettazione del posto di lavoro, rischi e tensioni negli ambienti di lavoro, tecnologia e prevenzione in ambito sanitario, salute mentale e fisica sul luogo di lavoro, strategie competenze e professionalità nella progettazione dei luoghi di lavoro, sviluppi sociali e socio-politici.

Altri contenuti
NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre mail?